• (Altri Paesi)
  • |
  • Ricerca Concessionari
/ / / Il metodo John Deere

Il metodo John Deere

Il Metodo John Deere: Semplicità ed Affidabilità

Le Autorità per la regolamentazione delle emissioni hanno definito standard molto restrittivi per i motori diesel fuori strada al fine di ridurre al minimo il livello dei gas di scarico inquinanti. Per rispettare questi parametri i costruttori di motori hanno un’unica soluzione: l’integrazione di sistemi di post trattamento dei gas di scarico. Tutto ciò ha spinto numerosi costruttori ad optare per i sistemi di riduzione catalitica selettiva (SCR), implementando un catalizzatore e l’utilizzo dell’urea, un fluido che richiede l’installazione di un secondo serbatoio, di un complesso sistema di dosaggio e di un riscaldatore che eviti il congelamento.

La soluzione scelta da John Deere è più semplice. John Deere è stato il primo produttore di motori ad adottare il ricircolo esterno dei gas di scarico raffreddati (EGR) ed il turbocompressore a geometria variabile (VGT) per le applicazioni fuori strada. Grazie all’esperienza maturata negli anni su questo tipo di tecnologia, John Deere ha potuto rispettare gli standard restrittivi sulle emissioni mantenendo gli affidabili motori PowerTech diesel senza ricorrere alla tecnologia SCR (preservando quindi i propri clienti dai costi addizionali e dalle scomodità che tale tecnologia comporta).

Con l’aggiunta di un doppio filtro di scarico integrato (DOC + DPF), i nuovi motori PowerTech non solo rispettano le normative sulle emissioni, ma offrono anche la potenza, l’efficienza nei consumi, l’affidabilità e i bassi costi di gestione che i nostri clienti si aspettano da John Deere.
296pxtimes357px
  1. Le prestazioni superiori, in termini di raffreddamento, del sistema EGR consentono di abbassare la temperatura dei gas di scarico e ridurre le emissioni di NOx.
  2. Il turbocompressore a geometria variabile VGT regola la pressione dei gas di scarico in base al carico e alla velocità per garantire un flusso ottimale all’EGR e offrire prestazioni superiori.
  3. I cilindri a 4 valvole offrono maggiore efficienza, coppia e potenza.
  4. L'iniezione elettronica (13,5 litri) e il sistema Common Rail ad alta pressione HPCR (4,5-6,8-9,0 litri) aumentano la pressione del carburante, così da ottenere una combustione più efficiente e la riduzione di particolato (PM).
  5. I pistoni in acciaio a basso attrito, realizzati in un solo pezzo, riducono i consumi e le emissioni, aumentando al tempo stesso la durata del motore (9,0 e 13,5 litri).
  6. Il raffreddamento della parte superiore dei cilindri contribuisce a migliorare la gestione dell'olio prolungando la durata dei cilindri stessi (9,0 e 13,5 litri).